Archivi del mese: aprile 2015

Poesia araba egiziana: Sharif al-Shafiey

Alcune poesie di Sharif al-Shafiey
(nato a Menouf, Basso-Egitto, nel 1972, conosciuto a Marrakech in un Festival internazionale di poesia)
da Un vento degno di essere letto (pubblicato nelle edizioni L’Harmattan di Parigi)

alShafiey

* (1) *

Non cercarmi nella folla –
né fra le stelle
– io sono
il tuo cuscino stropicciato
quando piangendo lo stringerai
nella tua solitudine

* (5) *

Voi che vi siete nascosti
– in me – rompete
il cristallo dei miei occhi
– e uscite

Io non sono una caverna

* (8) *

Vedo a volte la mia ombra
profumarsi d’acqua di rose –
comprendo allora
che il mio petto ospita un giardino

E subito vedo la mia ombra
diventare acqua di rosa – allora
comprendo che tu nuoti nel mio sangue

* (15) *

Al salire del sipario
gli attori hanno applaudito
– me
seduto in poltrona
spettatore – io
non ho applaudito

Il loro era un gioco fallace

* (16) *

Io non credo in una luna piena a metà
né in un fiume in cui tu non ti sia bagnata

* (21) *

Questa piuma nella mia camera
non è affatto il segno – credimi
– del passaggio di un uccello in questo posto

È il segno amore mio
di due uccelli sul tuo petto –
l’uno dei quali forse sono io

* (25) *

Della mia assenza
molto tu parlerai con le stelle
scintillanti –
e solo
io ti dimenticherò
come una luna calante

* (27) *

La mia casa non sarà mai distrutta
la mia casa è che tu mi abiti

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Shukran Marocco!

Ricco di suggestioni poetiche il viaggio a Marrakech! era ovvio – meno ovvio che si incontrassero tante persone ricche di simpatia e disponibilità. Diversi poeti interessanti, da tradurre, da capire (peccato la difficoltà delle lingue: l’arabo è dolce all’ascolto, e insieme forte in certi suoni dolorosi…

lastanzadelpoeta2

Invitata dall’amica poetessa marocchina Dalila Hiaoui, “la stanza del poeta” va in trasferta oltremare… Siamo in partenza per Marrakech, Festival internazionale di poesia:
Una poesia di Irene Vallone tradotta in arabo da Abdelmajid Youcef: IO NON ESISTO (dal suo ultimo libro, NEGLI OCCHI DEGLI ALTRI)

عدم أنا

عدم أنا
نفـَس تذروه الرّياح
عبرة تملأ البركة
وهـْم متلاش وغائم
على مسرح الحياة.

لم يكن لي أبدا وجود.
عن ظهر قلبردّدتُ أعمالا
ليست من وضعي
انتحلتُها من كلاب سائبة
بائسة حقودة
ولوعة بالتفاخر والرّياء.

Io non esisto

io non esisto
sono aria trasportata dal vento
lacrima che riempie la pozza
evanescente illusione sfocata
scarna comparsa di brandelli
sulla messa in scena della vita

io non sono mai esistita
ho recitato a regola d’arte
parti che non mi appartengono
rubandole ad altri poveri cani
randagi sprezzanti assetati
di sete e lustrini

Una mia vecchia poesia sempre tradotta da Abdelmajid: ISTANTANEE (da

View original post 141 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Shukran Marocco!

Invitata dall’amica poetessa marocchina Dalila Hiaoui, “la stanza del poeta” va in trasferta oltremare… Siamo in partenza per Marrakech, Festival internazionale di poesia:
Una poesia di Irene Vallone tradotta in arabo da Abdelmajid Youcef: IO NON ESISTO (dal suo ultimo libro, NEGLI OCCHI DEGLI ALTRI)

عدم أنا

عدم أنا
نفـَس تذروه الرّياح
عبرة تملأ البركة
وهـْم متلاش وغائم
على مسرح الحياة.

لم يكن لي أبدا وجود.
عن ظهر قلبردّدتُ أعمالا
ليست من وضعي
انتحلتُها من كلاب سائبة
بائسة حقودة
ولوعة بالتفاخر والرّياء.

Io non esisto

io non esisto
sono aria trasportata dal vento
lacrima che riempie la pozza
evanescente illusione sfocata
scarna comparsa di brandelli
sulla messa in scena della vita

io non sono mai esistita
ho recitato a regola d’arte
parti che non mi appartengono
rubandole ad altri poveri cani
randagi sprezzanti assetati
di sete e lustrini

Una mia vecchia poesia sempre tradotta da Abdelmajid: ISTANTANEE (da INSIEME A TE IO SONO NATO ANCORA) – che è stata appena pubblicata anche sul periodico letterario maltese “Il-Pont” a cura di PatrickSammut:

صور فورية

تتهيأ للنفخ فيك ريحٌ جموح
لفصول ربيعية أُخَرَ
ولفصول ما فتئت ذات أثر فيك
تدعوك وتنتظرك.

ألتقط صورا فورية وأخرجها
في حين أثبّت في ذهني وقلبي
صورة وجهك الباسم لنظراتي التي تلتهم عينيك

نور متجدد كل صباح
أفق متجدد في سجل الصور
الذي سيهدى إليك وشيكا
وستقول لك المرآة من أنت.

Istantanee

Si prepara in te a soffiare
impetuoso il vento
di altre primavere
e di stagioni ancora cui l’esistere
ti segna ti chiama ti aspetta

scatto e sviluppo istantanee
mentre fisso nella mente e nel cuore
il tuo volto sorridente
al mio sguardo
che i tuoi occhi divora

luce nuova ogni giorno
prospettiva mutante
nell’album
da regalarti appena
lo specchio ti dirà chi sei

1 Commento

Archiviato in Uncategorized