Archivi del mese: ottobre 2013

“la stanza del poeta” numero 100

a sette anni e mezzo dall’inizo delle pubblicazioni, la collana “la stanza del poeta” tocca quota 100, con 48 autori di 11 Paesi (senza contare le presenze in Antologie e i traduttori…
il numero 100 è

82 Luna

Quante lune…

Quante lune… / Sono sempre la stessa…
faccia di clown o da schiaffi sbarazzina
fluttuante dannunziana nel crepuscolo /
quante volte ci siamo incontrati
e lo sapevo / se ritrosa verginella
mi chiamavi o sensuale cortigiana
imbellettata o giocatrice imprendibile /

eri la stessa anche se ti vedevo
o ti fingevo perché ti desideravo
diversa / e come mi vedevi io ero:
gondolìn d’argento o scoglio naufrago
nel cielo /quando anch’io cambiavo
guardandoti / e davi a me la colpa… /
:io lo sapevo tu eri appena un alibi

 

Io non sono un “pastore errante”; sono uno spirito che ha molto errato e ancora… non più nel senso di sbagliare – come pure è successo, ammetterlo fa onore – ma in quello di andare in giro, più donchisciotte che dongiovanni, in cerca di storie, storie più che avventure, da raccontare più ancora che da vivere. Ecco perché la luna ha sempre avuto parole per me, amiche (spesso) o di rimprovero (più spesso), ma comunque mi ha parlato – pur nel suo distacco, nell’apparente freddezza, ma non certo nell’atteggiamento di solenne indifferenza che angustiava quell’infelice, per nulla rozzo, però, come poteva sembrare, personaggio leopardiano. A me la luna ha proposto le storie più belle, quando sapevo ascoltarla; poi mi è stata testimone discreta, infine ha lasciato che facessi da me una strada finalmente mia, senza gli sbandamenti che prima – incauto ingiusto insolente – avevo attribuito a lei, alla sua influenza. Se qualche volta ancora mi colpisce il suo sguardo, è perché mi turba pensare al tempo che fu, all’inquieto spirito che fui, alle storie vissute, ai treni perduti… che mi avrebbero portato chissà dove, chi sa dove…

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized